Realtà virtuale e realtà aumentata per l’industria 4.0

Richiedi informazioni

L’industria 4.0 è senza dubbio uno dei settori nei quali realtà aumentata e virtuale possono portare il maggiore impatto. In un contesto di automazione e trasformazione digitale del reparto industriale nel quale convergono altre tecnologie dirompenti come robotica, intelligenza artificiale, edge computing e blockchain, l’immersività gioca un ruolo di primo piano nei processi predittivi, di simulazione e di automazione.

I principali campi di applicazione delle tecnologie immersive nell’industria 4.0 sono:

icona-progettazione@2x

progettazione
e simulazione

icona-training@2x

training e formazione

icona-collaborazione@2x

collaborazione in remoto

icona-assistenza@2x

assistenza e manutenzione

Progettazione e simulazione

Prevedere flussi di lavoro e processi risparmiando costi di produzione

La realtà virtuale nell’industria 4.0 impatta in tutta la catena di produzione, a partire dalle prime fasi progettuali. In ambiente virtuale è possibile rappresentare macchinari e scenari, integrando metadati anche molto specifici per evolvere la prassi dei digital twins in un ambiente immersivo capace di trasmettere ulteriori informazioni.

Nel campo del design numerosi player stanno già utilizzando con successo ambienti virtuali per la progettazione.
Anche in ambito di simulazione è possibile validare e prevedere scenari e risultati attesi prima di passare alla più onerosa fase di produzione, risparmiando tempi e costi.

Richiedi informazioni

Training e formazione

Realtà aumentata, realtà virtuale e mixed reality per accelerare l’acquisizione di competenze

Una delle voci di costo maggiori in ambito industriale tra quelle relative al settore HR è proprio il training. Un processo fondamentale e delicato che si ripercuote non solo sulla produttività ma anche sulla sicurezza in azienda. Strumenti immersivi possono intervenire nell’affiancamento di nuovi operatori, i quali possono essere monitorati e guidati in remoto da trainer senior. È anche possibile affrontare scenari e attività fondamentali in ambiente simulato, prima ancora che la fabbrica sia costruita e operativa (ad esempio nel caso di apertura di nuove sedi e delocalizzazione).

La realtà virtuale e la realtà aumentata in ambito industry 4.0 hanno il vantaggio di porre l’utente in una condizione assimilabile a quella reale, a differenza di simulazioni da pc, ma allo stesso tempo sono in grado di raccogliere dati molto specifici sull’operatore per migliorare flussi e pipeline di lavoro, integrando eventualmente altre tecnologie come eye tracking e machine learning.

Richiedi informazioni

Collaborazione in remoto

Il vero smartworking per abbattere costi e confini

Oggi la realtà virtuale permette di impostare ambienti collaborativi altamente interattivi tra utenti in remoto. Tali ambienti possono essere modellati sulle esigenze di gruppi di lavoro specifici. Interagire con avatar che abbiano però la voce diretta dei partecipanti significa creare il livello di interazione possibile più vicino a quello reale, potendo condividere slide, video, modelli 3D, oltre che dialogando in maniera del tutto naturale integrando anche elementi di comunicazione non verbale.

L’ambiente immersivo porta l’utilizzatore ad un maggiore livello di attenzione, stimolando la memoria a lungo termine, poiché a livello neurologico si vanno ad attivare aree del cervello adibite all’esperienza.
Particolarmente utile anche nel caso di capi progetto dislocati rispetto a team di lavoro multipli, per andare ben oltre gli strumenti noti di telelavoro e teleconferenza.

Richiedi informazioni

Assistenza e manutenzione

Il valore di supportare il cliente

Avanzando nella catena del valore, con il prodotto già in commercio, soluzioni di realtà aumentata anche molto semplici possono avere un enorme impatto sulle attività di manutenzione e assistenza in remoto, abbattendo voci di costo significative.

In un mercato nel quale il valore aggiunto del servizio associato al prodotto è la vera chiave competitiva, le tecnologie innovative possono abilitare le imprese a studiare soluzioni concrete per agevolare i propri clienti.

Richiedi informazioni