Psicologia 4D: Combattere le fobie con la realtà virtuale

Un laboratorio per rompere i confini e dimostrare che, come diceva George Orwell,  “la realtà esiste nella mente umana e non altrove”.

Insieme allo psicologo e psicoterapeuta Gerry Grassi (www.gerrygrassi.com), abbiamo realizzato il primo di una serie di scenari dedicati alle fobie più comuni e invalidanti.

In questa sessione parliamo di acrofobia, ossia quelle vertigini che non ti permettono di vedere il mondo dall’alto, ma talvolta neanche di affacciarti da un balcone e o di salire su una giostra con tuo figlio.

Grazie all’unione di tecniche psicologiche e realtà virtuale, andiamo a lavorare sulla desensibilizzazione, esponendo il paziente allo stimolo fobico in un ambiente simulato e dunque sicuro.

Attualmente il progetto è in fase di beta test, il che vuol dire che i primi pazienti stanno provando il percorso aiutandoci a validare processi e tecnologia.

www.digitalfool.it